A.S.D. GOSHIN JITSU ACADEMY

Il portale divulgativo dedicato allo studio del Ju Jitsu metodo Goshin Jitsu.

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
 

Ottobre 2015 apertura palestra ASD Olimpia Club Migliarina con il M. Forfori Paolo e Istr. Menini Valter.

 
SETTORE GOSHIN JITSU ACADEMY ADO
Maggio 2013 il metodo Goshin Jitsu diventa un nuovo settore della UISP ADO (Area Discipline Orientali)

ARDUES DOJO ITALIA

Nome: Ardues Gianese
Nato a Rovigo il 17.12.1967

Da sempre impegnato nello sport a partire dal 1981 al 1989 con 36 incontri effettuati dei quali: 29 VITTORIE, 3 PAREGGI, 4 SCONFITTE con la box coordinata dal maestro Corregioli

Dal 1993 iscritto presso il C.S.R. JU JITSU ITALIA allenato, preparato e diretto dal M° Roberto Cappello attualmente 5° DAN (vantando d'essere la sua prima cintura nera) con massimo riferimento al Direttore Tecnico M° SILVANO ROVIGATTI attualmente 8° DAN , assiduo praticante, agonista per diversi anni vincitore di gare Regionali, Interregionali ottenendo buoni risultati anche Nazionali.

Il 26/02/1996 riceve certificato di affidabilità direttamente dal direttore tecnico del C.S.R. JU JITSU ITALIA M° SILVANO ROVIGATTI.

IL 20/05/1996 partecipa al Corso O.P.R. (OPERATORE PROTEZIONE RAVVICINATA) organizzato dal C.I.S. CENTRO SERVIZI INVESTIGATIVI SECURITY & INTELLIGENCE.


Diventa cintura nera: 1° DAN il 09/07/1998 - 2° DAN il 03/02/2006.

Riceve il diploma di istruttore il 04/06/2008

MAESTRO 3° DAN nel 20/03/2009

ARBITRO nel Gennaio 2010.

MAESTRO IV DAN nel 16/02/2013

 

Corsi di  Ju Jitsu Agonistico e Difesa personale per donne

I corsi di Ju Jitsu per adulti e ragazzi si tengono nei giorni di:

Bambini: lunedì e giovedì dalle ore 18:00 alle 19:00

One Shot difesa donna dalle 19.00 alle 20.00

Adulti dalle 20.00 alle 21.30


presso ARDUES DOJO ITALIA

via Pio X, 48

Porto di Legnago

Telefono: 340 30 15 933


Area riservata

Pagine visitate

 

Ultimi articoli inseriti

Pensieri

Un detto che risale al tempo del daimio Katsushige insegna: «Metti il piede in fallo e cadi sette volte, otto rialzati e risorgi». Il samurai dovrebbe avere sempre la libertà di mettere alla prova la propria forza spirituale. (1. 128)
You are here: