A.S.D. GOSHIN JITSU ACADEMY

Il portale divulgativo dedicato allo studio del Ju Jitsu metodo Goshin Jitsu.

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
 

Ottobre 2018 apertura palestra ASD KUSANAGI Treviso con il M. DRAGO AMATO Ruggiero.

 
SETTORE GOSHIN JITSU ACADEMY ADO
Maggio 2013 il metodo Goshin Jitsu diventa un nuovo settore della UISP ADO (Area Discipline Orientali)
E-mail Stampa PDF
Indice
La spada giapponese
Parti del katana
Tipi di spade
Il sageo
Piccolo dizionario della spada
Cura della spada
Tutte le pagine

PICCOLO DIZIONARIO DELLA SPADA

  • Daisho – La coppia formata da katana e wakizashi oppure tachi e tanto, portato alla cintura
  • Fuchi - Anello di metallo lavorato tra impugnatura e coccia
  • Fukura - Tagliente della punta
  • Habaki - Manicotto metallico di frizione lama-guaina
  • Hamon - Linea di separazione tra metallo temprato e non temprato
  • Hitoye - Dorso del codolo
  • Horimono - Incisioni sul metallo
  • Jigane - Piatto della lama
  • Jihada - Parte non temprata della lama
  • Kaiken - Piccolo pugnale per donne
  • Kaji - Spadaio
  • Kariginu - Abito cerimoniale indossato dal fabbro nell’ultima fase della creazione della katana
  • Kashira - Placca
  • Katana-jogi - Lucidatore della lama
  • Katana-kake - Sostegno a due palchi su cui si espongono la katana e lo wakizashi.
  • Ken - Termine generico per spada e talvolta tipo di spada dritta cinese usata in cerimonie religiose (meglio ken-tsurugi)
  • Kissaki - Punta
  • Kogai - Spillone fissato al lato esterno (omote) della katana
  • Kogatana - Coltellino fissato al lato posteriore (ura) della katana
  • Ko-Shinogi - Parte della nervatura dopo lo yokote
  • Kozuka - Impugnatura ornata del kogatana
  • Kurigata - Asola di corno o di metallo (raramente di legno) sul lato esterno (omote; quello posteriore, verso il corpo di chi porta l'arma, si chiama "ura") della guaina, entro cui passa il sageo
  • Mekugi-ana - Foro per rivetto di bambù (mekugi)
  • Menuki - Piccoli scudetti di metallo con figure in rilievo fissati sul samegawa sotto la nastratura di nastro di seta (tsukamaki) che fascia l’impugnatura di legno (di solito magnolia)
  • Mitsukado - Incontro di shinogi, ko-shinogi e yokote
  • Mune - Dorso della lama
  • Nagako jiri - Punta del codolo
  • Nakago - Codolo
  • Nambam - Stile di esecuzione di armature (yoroi), tsuba e altri oggetti d'arte. L'acciaio importato dall’estero è detto nambam-tetsu
  • Sageo - Lungo nastro di seta per fissare l’arma alla cintura
  • Samegawa ( o Same) - Rivestimento di pelle di razza del manico (tsuka)
  • Saya - Fodero di legno
  • Saya (lato omote) - Fodero di legno
  • Sentoku - Lega di rame, zinco e piombo che assume un color cromo
  • Seppa - Piccole guarnizioni di rame dorato o argentato sopra e sotto la coccia
  • Shakudo - Lega di rame e oro che assume colorazioni nere o blu nerastre
  • Shibuichi - Lega di rame e argento che assume colorazioni dal verde al marron
  • Shinogi - Nervatura
  • Shinogi-ji - Parte lucida fra dorso e nervatura
  • Tachi - Sciabola ad un taglio più lunga della katana, usata in battaglia fino al periodo Edo e in cerimonie di corte
  • Tanto - Pugnale portato infilato nella cintura
  • Tsuba - Coccia di metallo (acciaio, shakudo, ecc.) di forma arrotondata
  • Wakizashi - Corta sciabola portata alla cintura assieme alla katana
  • Yakiba - Parte temprata della lama
  • Yokote - Nervatura che separa il piatto dalla punta che si restringe
  • Zogan - Metodi per la colorazione e ornamentazione del metallo

 



Area riservata

Pagine visitate

 

Ultimi articoli inseriti

Pensieri

Quando si è determinati, l'impossibile non esiste: allora si possono muovere cielo e terra. Ma quando l'uomo è privo di coraggio, non può persuadersene. Muovere cielo e terra senza sforzo è una semplice questione di concentrazione. (1. 144)
You are here: