A.S.D. GOSHIN JITSU ACADEMY

Il portale divulgativo dedicato allo studio del Ju Jitsu metodo Goshin Jitsu.

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
 

Ottobre 2018 apertura palestra ASD KUSANAGI Treviso con il M. DRAGO AMATO Ruggiero.

 
SETTORE GOSHIN JITSU ACADEMY ADO
Maggio 2013 il metodo Goshin Jitsu diventa un nuovo settore della UISP ADO (Area Discipline Orientali)
E-mail Stampa PDF
Indice
La spada giapponese
Parti del katana
Tipi di spade
Il sageo
Piccolo dizionario della spada
Cura della spada
Tutte le pagine

TIPI DI SPADE

  • Daito . Altro nome del katana e se particolarmente lunga può anche definirsi Okatana, a volte cambia la montatura rispetto il katana.
  • Tachi: avevano una forte curvatura e la loro lunghezza si aggirava tra i 65 e 70 cm. Si portavano appese ad una cintura in orizzontale con il taglio rivolto verso il basso.
    Nodachi: spada lunghissima e pesante utilizzata dai guerrieri a cavallo. Era lunga circa 90 cm e veniva portata sulla schiena a tracolla e con l'elsa sopra la spalla sinistra con il "sageo" allacciato al fianco destro.
    Katana: questo tipo di lama sostituì la Tachi. La sua lunghezza andava da 60,6 cm (2 shaku) in su. Essendo più corta della tachi, il Katana si portava infilata nell'obi, con il taglio rivolto verso l'alto.
  • Wakizashi: la lunghezza di queste spade, che venivano portate come le Katana, varia da 30,3 a 60,3 cm (da 1 a 2 shaku). La Wakizashi veniva portata insieme alla Katana, componendo così il Daisho del samurai. Il samurai non si staccava mai dal wakizashi, infatti all'interno di alcuni edifici vigeva la legge di non introdurre il katana. Per questo motivo era anche chiamato difesa dell'onore.
  • Tanto: lame di lunghezza inferiore ai 30,3 cm, anche dette Koshigatana
  • L'Aikuchi o anche Kusungobu era una particolare tecnica di montaggio delle lame giapponesi in epoca medievale. Tale tecnica non prevedeva l'esistenza della guardia e di nastrature, in modo da lasciare visibile la copertura in pelle di razza. La lama era lunga 0.95 piedi (da qui il termine kusungobu, che significa appunto 0,95). La montatura Aikuchi poteva essere applicata su qualunque tipo di lama, in particolar modo su wakizashi e tanto.

 



Area riservata

Pagine visitate

 

Ultimi articoli inseriti

Pensieri

Quando si è determinati, l'impossibile non esiste: allora si possono muovere cielo e terra. Ma quando l'uomo è privo di coraggio, non può persuadersene. Muovere cielo e terra senza sforzo è una semplice questione di concentrazione. (1. 144)
You are here: